CPI ASSEMINI

15 Maggio 2019

Reddito di cittadinanza: ecco il fabbisogno di navigator

Dopo molti stop and go, la Stato-Regioni ha formalmente dato l’intesa al pacchetto di norme riguardanti il rafforzamento per i centri per l’impiego e la definizione del numero di navigator necessari.

Il numero maggiore di questi opererà in Campania, con ben 471 unità (di cui soltanto 274 a Napoli), seguita a ruota dalla Sicilia con 429 (al primo posto la città di Palermo, con 125). Su un totale di 2.980 navigator previsti, altre regioni con numeri importanti sono la Lombardia, 329, diffusi in maniera piuttosto armonica nelle città capoluogo, con Milano che svetta con 76 unità; e il Lazio, ferma a 273, ma con ben 195 destinati a Roma.

Il dato, è opportuno ricordare, tiene conto della presenza sui vari territori dei nuclei familiari potenzialmente beneficiari del Reddito di cittadinanza, il tutto elaborato sulla base dei dati Inps che fissano i requisiti necessari.

Altro elemento significativo della normativa che regola il Reddito di cittadinanza è l’adozione di un piano di potenziamento dei Centri per l’impiego e delle politiche attive del lavoro, che avrà un arco temporale triennale, che nelle intenzioni del legislatore andranno a costituire l’infrastruttura primaria del nuovo mercato del lavoro.

La figura del navigator sarà centrale per l’assistenza tecnica, che sarà fornita dall’Anpal ai Centri per l’impiego, prevedendo tra l’altro: lo sviluppo di sistemi tecnologici e informatici per lo scambio in tempo reale dei dati tra i soggetti coinvolti (Centri per l’impiego, Regioni e Stato); la promozione dell’intervento verso le imprese e gli altri soggetti coinvolti e la formazione e l’assistenza on line degli operatori.

Per l’attività di supporto all’Anpal verranno assegnati 90 milioni per il 2019, 130 per il 2020 e 50 milioni per il 2021. Ai Centri per l’impiego e al loro potenziamento, anche a livello di infrastrutture, è prevista l’erogazione di 467,2 milioni per il 2019 e di 403,1 per l’anno 2020, risorse che dovranno essere ripartite tra le Regioni in maniera proporzionale al numero delle unità di personale assegnate.

Questa di seguito la stima del fabbisogno di navigator per Regione e provincia di residenza: Abruzzo 54 (con il numero maggiore previsto per la città di Chieti, 15); Basilicata 31 (di cui 19 a Potenza 19); Calabria 170 (60 a Cosenza); Campania 471 (274 a Napoli); Emilia Romagna 165 (40 a Bologna); Friuli Venezia Giulia 46 (21 a Udine); Lazio 273 (195 a Roma); Liguria 66 (39 a Genova); Lombardia 329 (Milano 76); Marche 55 (17 ad Ancona); Molise 13 (Campobasso 10); Piemonte 176 (107 a Torino); Puglia 248 (78 a Bari); Sardegna 121 (41 a Cagliari); Sicilia 429 (125 a Palermo); Toscana 152 (40 a Firenze); Umbria 33 (24 a Perugia); Val d’Aosta 6; Veneto 142 (32 a Verona).

Reddito di cittadinanza: ecco il fabbisogno di navigator

Ultimi articoli

CPI ASSEMINI 20 Maggio 2019

Aperture straordinarie dello sportello territoriale di Teulada

Lo sportello territoriale di Teulada sarà aperto anche lunedì 20 e martedì 21 maggio 2019, per favorire la presentazione delle domande per il cantiere comunale.

CPI ASSEMINI 15 Maggio 2019

Reddito di cittadinanza: ecco il fabbisogno di navigator

Dopo molti stop and go, la Stato-Regioni ha formalmente dato l’intesa al pacchetto di norme riguardanti il rafforzamento per i centri per l’impiego e la definizione del numero di navigator necessari.

CPI CAGLIARI 18 Dicembre 2018

164 assunzioni tramite il Centro per l’Impiego di Cagliari

Da martedì 18 dicembre, nell’ambito del Programma integrato plurifondo LAVORAS, saranno pubblicati presso il Cen

torna all'inizio del contenuto